Gregorio Spini

Il design deve essere poliedrico

Gregorio Spini nasce 1958 nel a Milano.

CARRIERA
Gregorio Spini è un designer che si è avvicinato alla professione da un background multiforme.
Nel 1996 ha fondato l’azienda Kundalini (www.kundalini.it), esempio unico nel settore illuminotecnico di un’azienda che da zero ha raggiunto un successo commerciale e di critica mondiale, che ha portato a collaborazioni dirette con alcuni tra i maggiori architetti e designer della nostra tempo, tra cui Norman Foster, Zaha Hadid, Future Systems, Alessandro Mendini, Paola Navone, Karim Rashid e molti altri.
Nel 2008 ha lasciato la sua azienda per agire come designer freelance e come consulente di design e consulente strategico del marchio.
Nel 2010 co-fonda CDC (Colani Design Corporation) e contribuisce alla gestione dell’opera del maestro Luigi Colani in Italia e nel mondo.
È autore di diversi progetti editoriali e ha tenuto conferenze in lingua inglese presso il Master in Product Design del Politecnico di Milano.
Viene eletto membro del Dipartimento Imprese dell’ADI (Associazione Italiana Disegno Industriale) e guida il progetto ADI Impresa Docet, dove mette in scena le principali Aziende Italiane di Design davanti a un vasto pubblico.
Nel 2013 fonda Delight Design (www.delightdesign.it), una nuova azienda di illuminazione lanciata quest’anno ad Euroluce.
Questo nuovo progetto è strettamente legato alla storia delle aziende italiane di design illuminotecnico originate da designer-imprenditori.
Si basa su un nuovo modello editoriale che promuove l’autoproduzione legata al proprio territorio e all’artigianato e valorizza quindi la vera natura del marchio “Made in Italy” su scala internazionale.
Inoltre è stato incaricato di ideare e dirigere artisticamente la sezione culturale della Moscow Design Week 2013 che ha curato organizzando la mostra storica concettuale: DesignSuperAntiHeroes – Il design come stato mentale fluido e atteggiamento disinteressato.
Una storia di design italiano raccontata nel mondo nel tempo (www.moscowdesignweek.ru)

Con Vistosi è riuscito a sperimentare per la prima volta il design del vetro che lo appassiona da vari anni.
Nel 2011 infatti disegna due collezioni Bot e Implode. La semplicità delle loro silhouette e il gioco di sovrapposizioni di vetro bianco e cristallo le rendono pezzi di essenziale eleganza e stile.

MOSTRE
Nel 2008
a Broome street, nel quartiere di Soho di New York in occasione della Water Air Exhibition viene innaugurata una mostra organizzata in contemporanea all’International contemporary furniture fair (Icff) dalla regione Lombardia e da Promos – l’azienda speciale della Camera di commercio di Milano per la promozione internazionale delle piccole e medie imprese italiane. In questa sede Gregorio Spini espone Sama table, la lampada da tavolo  in plexiglas bicolore coestruso tagliato a laser, con riflettore incorporato.

Nel 2013 è stato il curatore durante la MOSCOW DESIGN WEEK della sezione culturale Design Superheroes – rinominata per l’occasione DESIGN SUPERANTIHEROES. Ha presenziato come rappresentante del dipartimento imprese ADI  nella mostra intitolata “Design come fluida forma mentale e attitudine anominale. Una storia di design italiano raccontata al mondo nel tempo”.

Prodotti disegnati per Vistosi

Bot

Bot

Bot

Bot

Bot

Bot

Bot

Bot

Scopri altri designer

Vistosi

Aurora | Bissona | Candela | Corner | Dafne | Dress | Lepanto | Lio | Lucciola | Mia | Moris | Munega | Naranza | Naxos | Nessa | Oro | Ovalina | Saba | Sogno

Vico Magistretti

Alega

Romani Saccani Architetti Associati

24Pearls | Cloth | Cristallina | Diadema | Novecento | Puppet | Puppet Ring

Paolo Crepax

Damasco | Lacrima

Vistosi

Aurora | Bissona | Candela | Corner | Dafne | Dress | Lepanto | Lio | Lucciola | Mia | Moris | Munega | Naranza | Naxos | Nessa | Oro | Ovalina | Saba | Sogno

Vico Magistretti

Alega